Cronaca


CRONACA LO SPECCHIO/SPEKKIETTO N 260- 65
Giovedì 6 Giugno 2021 – DRAGONE D’ORO AL CASOLANO FABIO DONATINI

Il nostro amico e regista casolano Fabio Donatini, ha vinto il “Dragone d’oro” al “ Ferrara Film Festival” come miglior regista nella sezione “E.R.Filmmaker” con il film “San Donato Beach”. San Donato è un quartiere di Bologna che Donatini frequenta da anni e dal quale il nostro regista ha preso spunto per realizzare, con una ridottissima equipe ed una attrezzatura leggera, un piacevole filmato che mette in risalto e descrive con un linguaggio visivo, intimo ed essenziale, i personaggi di quel pezzo di immediata periferia della città Felsinea.

Sabato 3 luglio 2021 - E SE DANTE INCONTRASSE I CATTIVI DI DISNEY ?
Il gruppo di commedianti “Chesla Valsendia” tutti, o quasi, rigorosamente casolani, hanno presentato in piazza Sasdelli un divertente, brioso e scoppiettante spettacolo teatrale , tutto pensato per i piccoli da 0 a 99 anni tutto dedicato a Dante (nel suo settecentesimo anno dalla morte) mischiato in rocamboleschi incontri con i più celebri e cattivi personaggi di Disney. Nella stessa serata presso i bar, la cremeria , le pizzerie del paese sono stati preparati ed allestiti aperitivi a tema ; Ateler di Creudelia – La cambusa di Capitan Uncino – Il Purgatorio – La Taverna di Gaston – Il regno di Malefica – La selva oscura di Dante – L’isola che non c’è.

Dal Venerdì 16 Luglio alla Domenica 15 Agosto 2021 –
CASOLA E’ UNA FAVOLA , NEL SEGNO DEL FUOCO
Quest’anno per la stagione di “Casola è una favola” La nostra Pro Loco ha sviluppato un complesso progetto di cultura circolare che, tramite la narrazione ed il teatro , si è proposto ed ha avuto come obiettivo quello di accendere il motore ed animare l’ economia del nostro territorio. Il tutto si è sviluppato in un arco di quattro settimane sotto la direzione del Teatro del Drago/Famiglia d’arte Monicelli. Diversi gli artisti che hanno partecipato fra questi ricordiamo in particolare i casolani: l’affabulatore Cristiano Cavina, la flautista e cantante Monia Visani ed i componenti della Lega del suono buono. Gli eventi si sono svolti nei luoghi topici e identitari del nostro territorio; il centro storico del paese, la villa ed il parco del Cardello, il Giardino officinale, la Chiesa di Sopra, Monte Battaglia .


Giovedì 05 Agosto 2021 – IL CASOLANO POLETTI COSIMO PRIMO NELLA TRANSAZIONE DIGITALE

Il Casolano Cosimo Poletti, che a Imola , da ormai molti anni, ha impiantato una azienda artigianale per la lavorazione e la produzioni di parti meccaniche , si è sempre impegnato per il miglioramento e l’ottimizzazione dei processi produttivi e su questo piano ha visto crescere l’efficienza della propria ditta. Con la collaborazione del figlio Andrea , Cosimo ha orientato la sua attività verso la transizione digitale ed ha impiantato ed investito per la realizzazione di un’isola robotizzata che gli ha valso il primo posto, fra 248 ditte partecipanti , in un concorso pubblico per l’ottenimento di un contributo pubblico di 40 mila euro che servirà a finanziare gli ulteriori sviluppi della propria capacità produttiva


Giovedì 26 Agosto 2021 –
AMARCORD CHE’SLA 1945 - 1970
In piazza Sasdelli si è svolta una serata di proiezioni, di ricordi e di racconti davvero toccante e commovente per tutti i Casolani. Il maestro di musica Eolo Visani, che assieme alla passione per le note negli ultimi tempi ha sviluppato una forte passione per la fotografia, ha raccolto foto,. filmati e testimonianze del nostro passato e, con grande impegno, e maestria è riuscito a confezionare un potpourri di memorie casolane affascinante e suggestivo, avente per soggetto le attività commerciali e artigianali del nostro paese. .. In questo lavoro è stato affiancato da quella straordinaria memoria vivente (molto vivente e vivace) rappresentata da Tullio Sagrini che in rigoroso dialetto romagnolo ha fatto da voce narrante per tutta la serata.

Giovedì 02 Settembre 2021 – TRE AULE DIDATTICHE ALL’APERTO
Grazie ad un finanziamento del Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) al Comune di Casola Valsenio sono stati assegnati 52mila Euro per il miglioramento dell’edilizia scolastica. Oltre ad interventi di ristrutturazione, in parte già eseguiti, il finanziamento servirà per l’installazione di tre aule all’aperto per l’Asilo Nido, la Scuola Materna, il Centro Lo Scoiattolo, la scuola Primaria e media, per promuovere e sensibilizzare all’educazione all’aperto.
Sabato 4 Settembre 2021 - 2021, UNA GIORNATA NEL SEGNO DELLA CULTURA, DELLA TRADIZIONE, DEI DIRITTI CIVILI
Un pomeriggio, quello di Sabato 4 Settembre, denso di cerimonie e commemorazioni. Alle ore 16.30, in Via Cardinal Soglia 13, si è celebratoil 100° anniversario della nascita del prof. GIUSEPPE PITTANO dinnanzi alla biblioteca a lui intestata . Per l’occasione è stato inaugurato anche l’intervento di manutenzione e riqualificazione della stessa biblioteca con gli interventi del sindaco Giorgio Sagrini, di Mauro Pazzaglia, (Direttore del GAL l’Altra Romagna),e di Massimo Isola (Presidente dell’Unione Romagna faentina).
A seguire si è svolta cerimonia di intitolazione della piazza antistante la Biblioteca al “25 NOVEMBRE, giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, con gli Interventi di Benedetta Landi (Pedagogista - Amici della Biblioteca) e Antonella Oriani (SOS Donna). La cantante casolana Monia Visani, accompagnata dai musicisti della Lega del Suono Buono, ha eseguito un brano dedicato alle donne e alla lotta contro la violenza.
Alle ore 18.00, tutti si sono spostati in Via Roma 14 (all’inizio del centro storico) per l’ inaugurazione del MURALES dedicato ai Carri allegorici di gesso e di pensiero della Festa di Primavera di Casola Valsenio. Il murales veramente bello, suggestivo e assai espressivo è stato realizzato dalla pittrice romana Alessandra Carloni.
Sono intervenuti Flavio Sartoni (Assessore comunale Cultura, Turismo), Emanuela Giangrandi (Presidente ACER Ravenna), Cristiano Cavina (in rappresentanza dell’Ass.ne CARRI A.P.S.)
(Nella foto a destra c’è anche l’autrice del murales)

 

Sabato 11 Settembre 2021 – 6^ EDIZIONE 2021 DI INQUADRA
A cura dei “Creativi sopra la Media” si è svolto il Concorso di pittura “I colori del Sole” e la mostra estemporanea di pittura “Luce” 2021 che hanno avuto il loro fulcro nel parco Giulio Cavina, dove, nel tardo pomeriggio, sono stati raccolti ed esposti tutti i lavori presentati dai concorrenti.
Per il concorso la giuria ha assegnato il 1° premio alla pittrice Anna Tedioli, il 2° premio al pittore Egidio Ghirlandi, ed il 3° premio al pittore Mohamed Rouhani. Per la estemporanea “Luce” il 1° premio è andato al pittore Walter Marchese, il 2° premio al pittore Lello Negozio ed il 3° premio al pittore Mohamed Rouhani. Altri artisti hanno ricevuto menzioni speciali o premi messi in palio da ditte o imprese casolane.

 


Domenica 12 Settembre 2021 – SPORT IN UNIONE
La domenica del 12 Settembre è stata dedicata tutta allo sport, specie a quello giovanile, con l’intento di fare sperimentare, anche a chi fino ad ora è restato fuori da questo mondo , alcune delle numerose pratiche in cui questo settore si articola. Escursioni in MTB (mountain bike ), visite speleologiche, partite di calcio e calcetto, esibizioni di danza e ginnastica artistica,incontri di tennis, gare di tiri a segno, prove di Basket , si sono alternate per tutta la giornata, guidate dalle varie associazioni del settore . Numerosi i partecipanti, molti i giovanissimi, che si sono voluti cimentare o che hanno voluto provare, magari per la prima volta, una di queste esperienze.

19 Settembre 2021 – ORIANI - LA BICI E IL SANGIOVESE

Al Cardello, a cura delle guide della casa, è stato dedicato ad Oriani un pomeriggio di musica, letture e favole nel ricordo dei suoi scritti, delle vicende tormentate della sua vita, della sua passione per la bicicletta e del suoi difficili e non proprio fortunati tentativi di inserimento nel mercato dei vini. Il tutto concluso da visite alla villa e degustazione di piadine, aringhe e Sangiovese. (per una informazione più completa rimandiamo all’articolo specifico pubblicato su questo stesso numero).


Domenic 26 Settembre e Domenica 3 Ottobre 2021 - LE PRIME COMUNIONI
Sono state celebrate , distribuite su due domeniche, le “Prime Comunioni” per 16 nostri ragazzi che hanno ricevuto il Santissimo Sacramento per la prima volta il 26 Settembre ed il 3 Ottobre. La suddivisione in due gruppi di otto ragazzi si è resa necessaria per rispettare le normative vigenti in ordine alla prevenzione della pandemia Covid.


Domenica 3 Ottobre 2021 – IL RISTORANTE FAVA SI “ RIPOSA” DOPO 63 ANNI DI ATTIVITA’
Il ristorante “FAVA” fu aperto nel 1958 da Giovanni Fava e da sua moglie Luisa Ricciardelli e da allora nell’attività di ristorazione si sono alternate cinque generazioni della stessa famiglia. Dal primo locale nel centro storico , dove si servivano piatti poveri cucinati direttamente nel camino , fino al più moderno locale di via Cenni con l’annesso RiGenera (camere ed appartamentini ,che però resterà attivo) . La signora Katia Fava, attuale gestrice, con grande sofferenza e rammarico ha dovuto piegarsi all’inesorabile peso degli anni che, pur lasciandola ancora ben viva ed efficiente, non le permette più di sostenere i ritmi di lavoro che il locale e l’attività richiedono.
Da anni, alla cucina tradizionale, si era affiancata quella alternativa che esaltava e sublimava l’impiego delle erbe aromatiche, in stretto contatto con l’attività del Giardino delle erbe officinali e l’orientamento di quella particolare caratteristica distintiva del territorio del nostro comune che si è venuta a formare, dal dopo guerra in poi, soprattutto grazie alla spinta promotrice del compianto prof. Augusto Rinaldi Ceroni.
La signora Katia in questi giorni ha ricevuto saluti, venati da rimpianto, oltre che da tutta L’Italia anche dall’estero, Stati Uniti, Francia, Polonia, tanto per citarne qualcuno. Alla signora Katia ed ai suoi familiari i più sentiti ringraziamenti da Lo Spekkietto per l’importante attività svolta a favore ed a lustro della comunità Casolana.
(Nella foto Katia con le due figlie)

Sabato 9 – Domenica 10 – Sabato 16 e Domenica 17 Ottobre –
FESTA DEI FRUTTI DIMENTICATI
Grande successo dell’ evento “Frutti dimenticati” che quest’anno ha ripreso alla grande, dopo la stasi dell’anno scorso condizionata dalla pandemia del Covid. Due fine settimana ( 9 e10 Ottobre – 16 e 17 Ottobre) con bancherelle, spettacolini di strada, stand gastronomici e tanto pubblico, il tutto favorito da un clima favorevole e gradevole. Per una più approfondita informazione rimandiamo all’articolo specifico pubblicato su questo stesso numero.

Grande ritorno della festa dei frutti dimenticati dopo che l’edizione dello scorso anno era stata funestata nella prima domenica da una pioggia insistente e il secondo fine settimana era stato addirittura soppresso causa Covid.

Il meteo favorevole, la voglia di uscire di casa e di tornare a godersi il passeggio sulle vie, un formato che, nonostante l’età, resta una proposta attraente per un vasto pubblico, hanno reso questa edizione un successo notevole di pubblico e di incassi.

Riporto qui di seguito impressioni e pareri che ho raccolto per strada.

Chi ha detto: l’offerta in termini di varietà negli spettacoli, di menu, dallo street food al ristorante della Pro Loco, di allestimenti è riuscita a cogliere le attese delle famiglie con bimbi al seguito come degli appassionati e degli affezionati di tutte le età.

Chi ha detto: rispetto all’iniziale coerenza delle esposizioni nelle bancarelle dei soli agricoltori casolani inerenti i frutti dimenticati quest’anno c’era un po’ troppa varietà di prodotti che spesso c’entravano poco con il vero tema della festa.

Chi ha detto: pochi giovani nel volontariato Pro Loco. Al ristorante, punto di forza e di eccellenza, un pugno di volontari della vecchia guardia.

Ancora: la distribuzione delle bancarelle è stata poco razionale. Nel secondo fine settimana In via Marconi erano su entrambi i lati della strada mentre mancavano del tutto nel primo tratto di via matteotti dove la bella prospettiva delle case del centro storico è stata penalizzata dal desolante vuoto di bancarelle.

Chiedo un parere a Bruno Boni, Presidente della Pro Loco: siamo molto contenti per aver degnamente onorato il trentennale. Ma in trent’anni la società è cambiata ed è giusto implementare il programma della festa con eventi e novità senza tuttavia snaturarne l’essenza che fa di Casola la capitale di questo genere di biodiversità. Un ringraziamento a tutti quelli che a vario titolo hanno partecipato in modo costruttivo alla riuscita dell’evento.

A cura di Roberto Rinaldi Ceroni

Domenica 7 Febbraio 2021 – GIORNATA PER LA VITA - LA VITA DELL’ESSERE UMANO VA DIFESA IN QUALUNQUE FASE ESSA SI STIA SVOLGENDO
Il 7 Febbraio scorso nelle Diocesi italiane si è celebrata la “Giornata per la vita” per ricordare a tutti che la vita umana, in qualunque stadio di sviluppo ed esistenza essa si trovi , va difesa e rispettata, protetta. E se la vita, a causa di gravissime, irrisolvibili e dolorose condizioni di salute, non dovesse lasciare più adito a nessuna speranza , essa non va comunque soppressa con atti deliberati, ma accompagnata verso il triste passaggio con tutte le cure e le premure necessarie a far si che le sofferenze siano alleviate al massimo.
In questa giornata particolare in cui si pone l’accento soprattutto sul tragico fenomeno degli aborti volontari e dei problemi del “fine vita”, visto il momento particolare ed il clima che da mesi stiamo attraversando con la pandemia in atto, fa particolarmente riflettere la cifra degli aborti che in Italia - sebbene significativamente in calo in questi anni a causa della diminuzione dell’età media della popolazione, della assunzione di medicinali anticoncezionali, e forse della migliore assistenza dei centri socio sanitari nell’indirizzare le gestanti verso una eventuale riconsiderazione delle motivazioni base che le inducono a questa tragica scelta – sfiora ancora il numero di circa 80.000 all’anno. Una cifra ed un problema che deve farci seriamente pensare, reagire e non sottostare ad un conformismo in atto che tende ad indurci ad una interpretazione deviata e stravolta del “femminismo” e che su queste “morti” in genere tende a far calare il silenzio.
Ora il numero delle morti verificatesi per Covid ( la pandemia che ci ha “stesi” e così segnati ed impressionati ) in Italia nel 2020, secondo le stime degli enti di ricerca, si è aggirato intorno ai 90.000 decessi ; cioè una cifra uguale o poco superiore al numero degli aborti volontari che annualmente vengono praticati. Non ci devono far riflettere questi numeri?
Ovviamente l’intento della riflessione non è certo quello di tendere il dito e colpevolizzare le gestanti che sono indotte a praticare questa tragica scelta, ma quello di risvegliare le coscienze e di suscitare una responsabile e reattiva consapevolezza verso un fenomeno grave e che non può essere celato o sepolto sotto l’ipocrita adesione e sottomissione ad una opinione semplicistica, generalizzata e fortemente condizionata da una campagna mediatica, che costantemente ed unilateralmente tende ad enfatizzare i presunti ed inalienabili diritti della donna ed a considerare gli esseri umani nella prima fase della loro esistenze come delle “cose” senz’anima, anzi, praticamente dei “cosi”.
Una responsabile e reattiva consapevolezza che deve spingerci e farci sentire motivati a proporre e fornire alle donne in difficoltà soluzioni alternative a quelle della soppressione di un loro figlio. C’è un altro dato che comunque può farci sperare in un risveglio delle coscienze e che forse segna un moto in controtendenza rispetto ad un certo “conformismo” vigente ed è l’aumento in questi anni dei medici ed operatori sanitari “obiettori di coscienza” che rifiutano di prestarsi a praticare l’aborto. Attualmente in Italia sono circa il 69% dei ginecologi, il 46,3% degli anestesisti e il 42,2% del personale non medico. 
Ci auguriamo che il rispetto verso “l’umanità” dell’uomo trovi terreni sempre più accoglienti nei prossimi anni.

Sabato 27 Marzo 2021 – “ CASOLA INSIEME” – LO SPEKKIETTO METTE A TAVOLA IL PAESE ON LINE
Serata “Casola insieme” a cura de Lo Spekkietto in streaming , in collegamento con tutto il paese e con tutto il mondo. Grande successo: musica, racconti, letture, concorso di foto inviate all’istante, tavole imbandite e consegna a domicilio di aperitivi, pizze e piatti vari da parte dei ristoranti, pizzerie e bar casolani. Questo evento, organizzato dalla redazione del nostro giornale per far vivere uno speciale momento di convivialità al nostro paese, ha ottenuto un’adesione inaspettata ed entusiasta. Appuntamento alla prossima.Potete rivedere l’intera puntata sul nostro canale youtube o direttamente al link https://tinyurl.com/casolainsieme1

Venerdi 02 Aprile 2021 –SALTA DI NUOVO LA PROCESSIONE DEL “SIGNOR MORTO”
La via Crucis recitata in chiesa ancora una volta, a causa del Covid, ha sostituito la processione del “Signor Morto”. Pazienza sarà, lo speriamo fortemente, per il prossimo anno.

FESTIVITA’ DELLA S. PASQUA – Sabato 3 e Domenica 4 Aprile
La festività e le celebrazioni della S.ta Pasqua sono iniziate conil rito del fuoco, la Veglia , seguita dalla S.ta Messa, con inizio anticipato (causa disposizioni Covid) alle ore 20 del sabato 3 Aprile. Nella domenica del 4 Aprile sono state celebrate le S.ta Messe usuali.

Domenica 11 Aprile 2021 – COMPLETATO IL CICLO DI VACCINAZIONE ULTRA AGLI 80 ANNI.
Al centro vaccinale “Valerio Pedoni” è stata completata la vaccinazione della popolazione ultra80enne, con la somministrazione della seconda dose del vaccino Moderna. Le 198 persone vaccinate, avevano ricevuto la prima dose un mese prima,, il 14 marzo .scorso.
Domenica 18 aprile 2021 – PRIMO CICLO VACCINAZIONI ANTICOVID AI 70/79 ANNI
Oggi è stata completata la somministrazione della prima dose del vaccino AstraZenIca alla popolazione in età compresa tra 70 e 79 anni (nati tra il 1951 e il 1942). I 180 vaccinati riceveranno la seconda dose tra 12 settimane, l’11 luglio.. Completata questa prima, importante e delicata fase della vaccinazione, si valuteranno con l’AUSL e con il personale medico e sanitario, le modalità di prosecuzione dell’opera di vaccinazione delle altre fasce d’età che avverrà secondo la tempistica fissata nel piano vaccinale della Regione Emilia-Romagna.
 
Sabato 24 Aprile 2021 – SECONDA SERATA DI “CASOLA INSIEME IN STREAMING” –FESTA DI PRIMAVERA
La redazione de Lo Specchio/Spekkietto, sull’onda del successo ottenuto con la prima messa in onda dell’evento on-line “Casola Insieme”, questa sera ha invitato i Casolani ad un secondo convivio on-line della medesima serie e dedicato al ricordo delle sfilate dei carri delle passate edizioni della Festa di Primavera . Le interviste ai rappresentati delle storiche società di carri allegorici che da sempre si sfidano lungo le vie del nostro paese , le immagini delle sfilate e dei carri degli anni trascorsi, la gara per l’individuazione dei carri a partire da un singolo particolare, i brani di musica di intrattenimento in diretta, tutto ciò è passato per gli schermi dei nostri computer mentre in parecchie famiglie, ciascuna nella propria casa, si pranzava in compagnia con i piatti consegnati a domicilio dai vari ristoranti, bar e pizzerie che avevano aderito all’invito di collaborare.
E’ ovvio che tutto ciò non ha potuto sostituire l’evento della storica sfilata , bloccato dall’emergenza Covid, ma certamente è servito per ricordare certi bei momenti passati,e vissuti con forti cariche di adrenalina in corpo a seconda del carro per cui si tifava nell’attesa dell’esito della comunicazione del verdetto della giuria. Potete rivedere l’intera puntata sul nostro canale youtube o direttamente al link https://tinyurl.com/casolainsieme2

Domenica 25 Aprile 2021
LA LIBERAZIONE
Davanti al monumento ai caduti del parco Giulio Cavina si è svolta la annuale celebrazione della “ Festa della Liberazione” per ricordare la fine della seconda guerra mondiale che anche a Casola, con il passaggio del fronte di combattimento, aveva procurato lutti e rovine. La cerimonia durante la quale hanno preso la parola la Sindaca del Consiglio Comunale dei Ragazzi, Sara Cavina ed il Sindaco di Casola Valsenio, Giorgio Sagrini.ha rappresentato anche l’occasione per la prima “uscita” della nostra banda “Giuseppe Venturi” dopo il blocco del Covid. 19. Una corona d’alloro è stata posta ai piedi del monumento con il busto alato del “Caduto” immortalato dallo scultore Cleto Tomba colto nell’attimo supremo del suo sacrificio, con il capo reclinato sulla spalla.
 
Sabato 01 Maggio 2021
FESTA DEL LAVORO S.TA MESSA NELL’ABBAZIA
Oggi ricorre la Festa del Lavoro che nella nostra zona industriale veniva sempre ricordata e celebrata con una S.ta Messa al pilastrino di San Giuseppe Lavoratore . Quest’anno, a causa delle misure restrittive in atto, la S, Messa è stata celebrata nell’Abbazia di Valsenio dal parroco don Sante

RIAPERTURA DEL GIARDINO DELLE ERBE CON VISITE GUIDATE
Per tutto il mese di Maggio il Giardino delle Erbe aprirà alla grande con visite guidate alla scoperta delle piante officinali e dei prodotti aromatici e medicamentosi che da queste piante, dono della natura all’uomo, si possono trarre. Riportiamo di seguito il programma succinto delle varie iniziative:
- Sabato 1 maggio  alle ore 15,00  Il GIARDINO SEGRETO
Visita guidata al Giardino delle Erbe per scoprire  tutti i gradoni e le loro peculiarità; a seguire  caccia al tesoro tra il labirinto e l’arboreto
- Nelle Domeniche 2 - 9 – 16 – 23 - 30 maggio alle ore 15,00  MEDICAMENTOSA
Visita guidata al Giardino delle Erbe  officinali “Augusto Rinaldi Ceroni” alla scoperta delle erbe medicinali, dei loro utilizzi ed applicazioni nella tradizione popolare  
- Sabato 8 e 29 maggio  alle ore 16,00  AROMATICO PICNIC
Passeggiata tra le coltivazioni  del Giardino delle Erbe per conoscere  le erbe aromatiche  ed officinali; a seguire  pic nic di degustazione.
- Mercoledì 26 Maggio  e mercoledì 16 Giugno ORE 20,30 I MERCOLEDI’ AL GIARDINO
In collaborazione con la Biblioteca Comunale verranno organizzati incontri letterari per le prossime letture estive.

Sabato 06 Maggio 2021 – LA MILLE DI ORIANI
È partita alle ore 6,00 di questa mattina dal Cardello la “Mille di Oriani” una manifestazione sportiva ciclistica molto impegnativa che si svolge già da alcuni anni e che prevede itinerari impegnativi e molto lunghi sulle orme di quello che fu un viaggio ciclistico leggendario di Oriani, magistralmente descritto nel suo romanzo “La bicicletta” I partecipanti alla randonnée hanno potuto scegliere fra tre percorsi , diversamente lunghi ed impegnativi a seconda delle proprie possibilità fisiche:e denominate come di seguito riportato: - “ LA MILLE” che, a partire da Casola si sviluppa ad anello su ben 9 province distribuite fra l’Emilia Romagna e la Toscana per un totale di 585 ed un dislivello complessivo di 6.650 m .
“ DAL SANGIOVESE AL CHIANTI E RITORNO” per un totale di 400 km , “ DANTE E IL CASENTINO” per un totale di 300 Km.

Sabato 15 – 22 – 29 Maggio 2021 – MTB ESCURSIONI GUIDATE IN MOUNTAIN-BIKE PER RAGAZZI
Sono iniziate sabato 15 Maggio e continueranno nei sabati 22 e 29 di questo stesso mese, per iniziativa della associazione ciclistica casolana ASD Oriani, le escursioni in mountain-bike per ragazzi ed adulti con ritrovo e partenza dal bar Centrale in p.za Sasdelli. Al termine della prima uscita la locale Pro Loco ha offerto ai partecipanti una gustosa merenda allestita nel padiglione gastronomico.

Sabato 15 Maggio 2021 – Altro turno di vaccinazioni nel punto vaccinale “ Valerio Pedoni” allestito nella sala Don Guidani della Parrocchia
 
Sabato 29 Maggio 2021 – RIPARTONO LE VISITE AL “CARDELLO”
Terminati i lavori di ristrutturazione della villa museale del “Cardello” , che hanno permesso di riattivare la piena fruibilità di tutto l’immobile, ripartono anche le visite guidate a tutti i locali, ed al bellissimo e suggestivo parco che circonda il complesso.
Con questi lavori è stato possibile tutelare e valorizzare uno straordinario patrimonio storico, architettonico e ambientale che è elemento fondamentale dell’offerta turistico-culturale di Casola Valsenio e della nostra bellissima valle.

Mercoledì 02 Giugno 2021 – S.TA MESSA ALLA CHIESETTA DEGLI ALPINI – ALLA SERA CONCERTO DELLA BANDA
Oggi festa della Repubblica non si è svolta nessuna particolare cerimonia civile. Alle ore 18 invece, il gruppo degli Alpini casolani hanno organizzato, in accordo con la Parrocchia, la celebrazione della S.ta Messa alla chiesetta sovrastante gli Olmatelli .
Ala sera alle ore 20,30 invece il Corpo Bandistico G. Venturi terrà il concerto di Primavera e della Repubblica in piazza Sasdelli.

Sabato 05 Giugno 2021 – TERMINATI I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE APRE LA PISCINA ED IL BAR ANNESSO
La piscina comunale, ed il bar annesso, dopo essere stati ristrutturati e predisposti ad accogliere 240 persone, rispetto alle 100 precedenti, oggi sono stati inaugurati ed hanno aperto i battenti per la nuova stagione estiva,
Ciò è stato possibile grazie all’ammodernamento e ristrutturazione dei locali e delle strutture , nuovi bagni, e sistemi di sicurezza. Il tutto renderà anche facile la ricerca dei gestori , cosa che in passato, stante la limitata capienza , creava dei problemi.
- UNA STORIA, UN PERSONAGGIO, UNA CANZONE
In piazza Sasdelli sie è svolta una bella serata musicale r di solidarietà sotto la direzione artistica della nostra musicista Casolana Monia Visani , che già in numerosi eventi negli anni scorsi ci ha deliziato con la sua capacità di mettere in campo, con i suoi allievi ed allieve, spettacoli piacevolissimi e connotati da grande professionalità e capacità di intrattenimento.

Domenica 06 Giugno 2021 – TESSERASMENTO DELLA “CARRI APS”
Oggi davanti al Municipio è partita la campagna di tesseramento alla società “CARRI APS” l’associazione a cui è demandata per gli anni a venire la gestione ed il coordinamento dell’attività di realizzazione dei Carri Allegorici .
L’adesione ed il sostegno dei Casolani a questa associazione sarà molto importante per il futuro svolgimento delle edizioni della Festa di Primavera e per la continuazione delle nostre amate e meravilgliose sfilate dei carri allegorici.

NOTIZIE IN BREVE

NUOVO CAMPO SPORTIVO IN ZONA FURINA
Stanno procedendo le pratiche per la realizzazione del nuovo campo sportivo che sorgerà, come noto, nella zona Furina a ovest del paese. L’area necessaria è stata acquisita dal Comune, grazie ai fondi regionali, non senza qualche problema giudiziario ora risolto. Sono state selezionate 15 ditte costruttrici, fra le 46 che avevano mostrato interessamento al bando di concorso, ed il 27 Maggio verranno aperte le offerte ed i preventivi che sono stati presentati ed alla fine di Giugno , inizio agosto verranno assegnati i lavori che si spera possano iniziare in settembre.

Cronaca a cura di Alessandro Righini

 

Vi aspetta in edicola o da Ciata il nuovo numero de Lo Spekkietto, giugno 2021.
 
Vi anticipiamo il menù:

Intervista al nuovo assessore Flavio Sartoni
"Fra Speranza e Realtà" i racconti di Dino Landi
Insediamento della nuova PEDIATRA Alessandra Rollo
La centralina idroelettrica dei Monteroni
Intervista al Frantoio Prata
Recesione "I fantasmi dell’impero"
Passione tartufo, intervista a Zeba
Randonneur LaMille di Oriani
E-bike: Mi piace vincere facile
Intervista a Lucrezia Camurani su AVIS giovani
Cronaca degli eventi casolani
Voci dal... reparto scout Casola Valsenio 1

 
Vi aspetta in edicola o da Ciata il nuovo numero de Lo Spekkietto, novembre 2021
 
Vi anticipiamo il menù:

 

Pag.  3    A guardare Casola col cannocchiale

Pag.  5  Il Bar Nuovo, 50 anni fa

Pag.  10  Frutti Dimenticati 

Pag.  11  Allegoria della primavera

Pag.  13  Oriani, la bici e il sangiovese

Pag.  14 MI RIFIUTO

Pag.  15 Casolane Coraggiose, Giulia Rivola

Pag.  18 La chiocciola dei gessi

Pag.  21 Chetempochefece

Pag.  23 Un viaggio spaziale

Pag.  25 Ciao Canzio

Pag.  26 Una panchina contro la violenza

Pag.  27 4 chiacchiere con Erika Linguerri

Pag.  28 Spazio alla musica

Pag.  30 Cronaca degli eventi casolani

Pag.  33 Voci dal…

Pag.  3      A guardare Casola col cannocchiale

Pag.   5      Il Bar Nuovo, 50 anni fa

Pag.  10     Frutti Dimenticati

Pag.   11     Allegoria della primavera

Pag.  13     Oriani, la bici e il sangiovese

Pag.  14    MI RIFIUTO

Pag.  15    Casolane Coraggiose, Giulia Rivola

Pag.   18    La chiocciola dei gessi

Pag.   21   Chetempochefece

Pag.  23  Un viaggio spaziale

Pag.  25  Ciao Canzio

Pag.   26   Una panchina contro la violenza

Pag.  27  4 chiacchiere con Erika Linguerri

Pag.  28  Spazio alla musica

Pag.  30  Cronaca degli eventi casolani

Pag.   33  Voci dal…

 

Come annunciato durante l'evento Casola Insieme, è uscito il numero 74 de Lo Spekkietto e già disponibile presso le edicole casolane e da Ciata in via Marconi.
 
 
In questo numero:
Un piccolo miracolo casolano - Leonardo Lodi illustratore - DADaUMPA - Una Casolana ad alta quota - Biblioteca comunale - SENIO: come sta il nostro fiume? - Aquae noster - Ciao Pedo - Massimo Isola sindaco di Faenza - Caos Maradona - Quale futuro per il nostro cinema? - A San Donato c’è solo il caldo - Le mappe del suolo - Dieci anni senza Diego - Il legame nonni-nipoti - Missione in Giamaica - Cronaca - Voci dal... - Demografia
 

Nel momento in cui ci accingiamo a scrivere questa cronaca, sta di nuovo imperversando la pandemia Covid 19 in tutto il mondo; in piena ripresa dopo una parziale flessione ( in molti casi più apparente che reale) registrata nell’estate. Le scuole sono state parzialmente aperte in “presenza” ma, in molti casi, hanno continuato la modalità in “remoto” tramite le comunicazioni on line. Il numero dei morti continua ad essere alto e preoccupante sia in Italia che nel resto del mondo. . In Italia si susseguono le suddivisioni delle Regioni in zone gialle, arancioni o rosse a seconda del verificarsi dei picchi di contaminazione. Di positivo c’è che proprio nei giorni di fine anno, a partire dal 27 Dicembre, è iniziata la vaccinazione con le prime dosi del vaccino Pfizer giunte in Italia dal Beglio. Dovranno comunque passare mesi prima che la vaccinazione sia distribuita in quantità tale da procurare la cosiddetta “indennità di gregge”. Noi in questa cronaca potremmo registrare tutte le fasi e gli episodi collegati al virus che si sono verificati e che si verificano nel nostro paese, ma alla fine ne sortirebbe una sequela lamentosa e deprimente di casi e preoccupazioni che non porterebbe alcun utile a nessuno. Ci limiteremo perciò, nel corso della narrazione della cronaca, ad accennare a questo problema solo brevemente nei casi in cui si siano prodotte novità nello svolgimento delle iniziative e degli eventi più tradizionali e radicati nella nostra comunità. Accenniamo inizialmente solo al fatto che i casi totali di contagio nel comune di Casola dai 3 della prima ondata siano passati ai 29 del momento in cui scriviamo. Nel nostro comune I decessi collegati al Covid (almeno parzialmente collegati) sono 2, riguardanti entrambi persone anziane e, a quel che ci risulta, contaminate mentre si trovavano in ospedale , ricoverati in seguito a malattie pregresse.
Non ci rimane dunque altro da dire, se non esortare tutti a mantenere comportamenti corretti e a non lasciarsi andare alla sfiducia. Coraggio ed auguri a tutti : “PASSERA’ “

Venerdì 16 Ottobre 2020 – TERZO CASO DI COVID A CASOLA
Si è registrato il terzo caso di Coronavirus a Casola. Fino a questa data c’erano stati solo due casi all’inizio della pandemia ( una anziana già ricoverata in ospedale e la sua badante) . L’anziana era morta, la badante guarita. Ora, dopo tanti mesi , il terzo caso. Non si conosce l’identità del contagiato, Casola comunque fino ad ora è il comune della provincia con il numero minore di contagiati , solo 3.

Domenica 11 e Domenica 18 ottobre 2020 - UNA FESTA DEI “FRUTTI DIMENTICATI 2020” DA DIMENTICARE
A causa delle problematiche sorte a causa del Covid 19 la tradizionale festa dei Frutti Dimenticati si è svolta in formato ridottissima nella domenica 11 Ottobre ed è stata annullata nella domenica 18, con grande dispiacere dei cittadini e dei volontari ed esercenti che si erano impegnati nella preparazione dell’evento.

Giovedì 29 Ottobre 2020 -. ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DELL’ EX “CHIESA DEL SUFFRAGIO”
 Presso la Residenza del Comune di Casola Valsenio  si è tenuto un pubblico esperimento d’asta, con il sistema delle offerte segrete, per la locazione dell’immobile “ Ex Chiesa del Suffragio” da tempo trasformato in un pubblico esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande . Il locale ha già sperimentato diverse conduzioni che tuttavia non hanno durato nel tempo. Ora, dopo un lungo periodo di fermo, subentrerà la nuova gestione che si è aggiudicata l’asta ed a cui auguriamo buona fortuna. Il canone locativo annuo a base d’asta era stato fissato in  euro 7.200,00 oltre ad Iva come per legge.

Lunedì 2 – Martedì 3 Novembre 2020 – CELEBRAZIONI PER I DEFUNTI
Anche le tradizionali e rituali celebrazioni a ricordo dei defunti hanno subito variazioni rispetto agli anni precedenti sempre a causa delle misure e disposizioni limitative e precauzionali imposte per il contenimento del Covid. Le benedizioni nel cimitero infatti sono state impartite distribuite in due giorni : il 2 ed il 3 Novembre. Mentre la S.ta Messa è stata celebrata il giorno 2 Nov. nella Chiesa Parrocchiale e non al cimitero, come di solito avveniva.
Nei giorni successivi sono stati benedetti anche i defunti delle parrocchie vicine e sono state celebrate le S.te Messe nelle chiese o nei cimiteri a seconda delle diverse opportunità ritenute più idonee.

 Mercoledì 4 Novembre 2020 - FESTA DELL’UNITA’ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE
Presso il Parco Cavina alle ore 11:00 si è svolta una breve cerimonia per ricordare e onorare i caduti che hanno combattuto per l'unità e la liberta dell'Italia.

Domenica 15 Nov. – Dom. 22 Nov. – Dom. 29 Nov. 2020 – PRIME COMUNIONI PER 15 DEI NOSTRI RAGAZZI
Nelle S.te Messe delle ore 11 delle domeniche del 15 Nov. – 22 Nov. – e 29 Nov. 15 nostri ragazzi , divisi in tre gruppi onde evitare affollamenti in chiesa sconsigliati a causa del Covid, hanno ricevuto la loro prima Santa Comunione.
I ragazzi sono: Ludovica Albonetti, Marco Baldassarri, Francesco Barberis, Mattia Bertaccini, Rachele Bianchi, Paola Cauteruccio, Alessandro Giuliani, Nicole Morara, Samuele Pedoni, Vittorio Ragazzini, Enrico Ravaioli, Emma Ricciardelli, Altea Sabbatani, Leonardo Sisti, e Lorenzo Soglia.
A tutti questi ragazzi e ragazze, auguriamo un felice futuro, vissuto nell’ambito di una convinta maturità di fede. Che l’incontro con Gesù, così spirituale e nel contempo così materiale, possa protrarsi e rinnovarsi continuamente integro nel corso della loro vita.

Martedì 24 Novembre 2020 - *CAMPAGNA DI ADESIONE a "CASOLA È UN PRESEPE 2020"*
 Per un prossimo Natale, che si prospetta diverso da tutti gli altri, il Centro per l’infanzia “S.ta Dorotea e la locale  Pro Loco, con l’intento di trasmettere un senso di speranza e ottimismo attraverso il simbolo più rappresentativo della Natività di Gesù , hanno promosso l’evento CASOLA è un PRESEPE! esortando i Casolani a creare ed esporre presepi in luoghi visibili al pubblico. I vari presepi saranno numerati ed indicati in un’apposita mappa messa a disposizione dei visitatori.

Domenica 29 novembre 2020 : 76° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE 1944-2020
Casola Valsenio ha ricordato il 76° Anniversario della Liberazione 1944-2020 in Via Cardinal Giovanni Soglia alle ore 10,00, con la deposizione di una corona d'alloro alla targa che ricorda l'ingresso dei militari anglo-indiani e alla targa a ricordo dei partigiani casolani che guidarono a Casola i reparti anglo-indiani.


Giovedì 3 Dicembre 2020 –UNO SBRUFFO DI NEVE
In quest’anno particolarmente siccitoso nella serata si è registrata una sbruffatina di nevi sulle colline attorno al paese, a partire dalla quota di 400 msl. 7 o 8 cm di neve .

Venerdì 4 dicembre 2020 – I VIGILI DEL FUOCO CELEBRANO LA RICORRENZA DI S.TA BARBARA.
Santa Barbara è la Patrona dei Vigili del Fuoco ed il distaccamento dei “pompieri” di Casola, nel giorno della ricorrenza della Santa, ha partecipato in forma ufficiale alla celebrazione della messa nella chiesa parrocchiale, in onore della Santa alla cui intercessione si affidano. Presenti anche autorità e rappresentanti delle associazioni di assistenza volontarie.

Domenica 6 Dicembre 2020 – S.TA CRESIMA A 16 DEI NOSTRI RAGAZZI
Oggi, suddivisi in due celebrazioni (la prima durante la S.ta Messa delle ore 8 e la seconda durante la S.ta Messa delle ore 11) 16 dei nostri ragazzi hanno ricevuto la S.ta Cresima conferita da s.Ecc. Mons. Giovanni Mosciatti , vescovo della nostra Diocesi. Nella S.ta Messa delle ore 8 sono stati confermati : Riccardo Baldassarri, Mattia Capirossi, Sara Cavina, Eleonora Folli, Iris Montefiori, Noemi Poli, Sofia Quarneti, Ettore Tronconi.
Nella S.ta Messa delle ore 11 sono stati confermati: Lorenzo Barberis, Viola Barberis, Sofia Benassi, Enrico Dall’Osso, Giacomo Drei, Nicolò Nastasi, Patrik Tozzi, Tommaso Visani.
Ai ragazzi cresimati esprimiamo i nostri auguri e le felicitazioni per il nuovo traguardo di fede conseguito.

Domenica 13 Dicembre 2020 – FESTA DI S.TA LUCIA
La S.ta Messa dedicata alla nostra Compatrona S.ta Lucia si è svolta solo solo nella chiesa parrocchiale. Nella chiesa del Pio Suffragio (o di S.ta Lucia) è stato recitato il S.to Rosario nel pomeriggio ed impartita ai presenti ed al paese la solenne benedizione. In paese sono state accese le luminarie ed in piazza Sasdelli è stato allestito un grande albero di Natale.

Lunedì 14 Dicembre 2020 - ELETTO IL NUOVO CONSIGLIO E IL SINDACO DEL CCR 
Lunedì 14 dicembre si sono svolte le elezioni del CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi) per l’anno scolastico in corso. Hanno partecipato al voto 63 studenti della scuola secondaria di primo grado, decretando l’elezione di Sara Cavina ( della classe 3^) che ha ottenuto 43 voti - come Sindaco del CCR 2020/2021. Il CCR 2020/2021 è quindi così composto: Sindaco: Sara Cavina, 43 voti - Vice Sindaco: Alessio Malavolti, 20 voti - Consiglieri: Christian Lorenzini, 14 voti - Mohamed Afhrani, 18 voti - Serena Dardi, 39 voti, - Enrico Gianelli, 44 voti.
Le attività del CCR inizieranno già da subito coordinate dal GES Circus in collaborazione con la Scuola Secondaria di Primo grado, il Sindaco Giorgio Sagrini e la Consigliera Sara Acerbi.
L’Amministrazione Comunale, nel ringraziare e salutare Alessio Malavolti, Sindaco CCR uscente e con lui gli altri componenti del CCR per l’impegno e la serietà con cui hanno svolto il proprio incarico, augura in bocca al lupo e buon lavoro al nuovo CCR certi che, nonostante il periodo di restrizioni, i ragazzi si daranno da fare con tutto l’impegno possibile!

Lunedì 14 Dicembre 2020 – FURTI IN ALCUNE CASE DEL PAESE-
In questi giorni si sono verificati e registrati alcuni furti portati a termine da furfanti che si sono infiltrati nelle abitazioni durante le assenze dei residenti. Una intrusione è stata particolarmente invasiva anche se, molto probabilmente non ha portato molto frutto agli intrusi.

Giovedì 24 Dicembre 2020 – VIGILIA DI NATALE
Nel giorno della Vigilia sono iniziate le celebrazioni della festa più suggestiva di tutto l’anno “il S.to Natale di Gesù” La S.ta Messa della Mezzanotte, spostata alle ore 20,00 per rispettare le norme antipandemia., è stata animata dal coro e dal complessino di abili musicisti degli scout .

Venerdì 25 Diembre 2020 – FESTIVITA’ DEL S.TO NATALE.
Il S.to Natale è stato celebrato con le abituali S,te Messe delle domeniche. Per tutto il paese sono fioriti nelle vetrine e in diversi giardini e luoghi esposti tanti presepi. Come sempre anche quest’anno, in chiesa, nella Cappellina della Madonna è stato realizzato un nuovo suggestivo presepio, con sottofondo musicale e ricco di molti simpatici particolari.

Lunedì 28 Dicembre 2020 – SERATA 900 SUL GRANDE SCHERMO
Nell'impossibilità di trovarsi insieme per la ricorrenza di "Serata '900" (causa Covid) , quest'anno il ricordo del '900 casolano si è trasferito sul Web riproponendo, come nell’edizione 2019, alcuni dei video che nello scorso ventennio hanno caratterizzato l’evento. Questi i titoli dei video trasmessi:
1 - Ricordi di Scuola ; 2 - L'Imburneda ; 3 - Ven a que bela mascarina ; 4 - A Vegh a l'Ustereja ; 5 - A Tavola ! ; 6 - I Toponimi ; 7 - Alla Prima Che Mi Fai... ; 8 - La Battaglia Delle Botti (Casola 800 anni) ; 9 - Così Abbiamo Raccontato la Storia (Casola 800 anni) ; 10 - Estratti da Serata '900 (2006-2012)
I filati sono stati caricati su You Tube a cui tutti possono accedere cliccando sull’apposito link
 Un grazie al Circolo Fotografico, a Maurizio Cardelli, Alessandro Lanzoni, Paride Ridolfi, Silvano Bernabei, Beppe Sangiorgi, Cristiano Cavina e a tutti coloro che in questi anni hanno contribuito a rendere indelebile il ricordo di luoghi, persone, tradizioni e fatti del secolo scorso a Casola Valsenio.

Mercoledì 30 Dicembre 2020 – QUASI PRONTO L’INTERO EDIFICIO DELLA BIBLIOTECA
Il palazzetto della biblioteca comunale, che nei mesi precedenti è stato oggetto di importanti lavori di restauro è quasi interamente disponibile. Si aspetta l’allaccio alla linea del gas da parte di Hera, dopodichè l’edificio dovrebbe essere completamente accessibile ed utilizzabile.  

Giovedì 31 Dicembre 2020 - Venerdì 1 Gennaio 2021 – SCAVALCATO L’ANNO , CORAGGIO !
E’ terminato un anno decisamente non facile che comunque il popolo italiano ha saputo affrontare con coraggio ed un impegno encomiabile. Il passaggio notturno dall’anno vecchio all’anno nuovo è stato decisamente poco rumoroso e molto contenuto e vissuto , per ovvi e noti motivi, molto in famiglia. Ci saranno state certamente piccole riunioni di amici e parenti, ma tutto in forma abbastanza intima. Nessun “botto” ha solcato il cielo come abitualmente accadeva. Ma la comunità non si è arresa e la voglia di ripresa è molto alta.
Coraggio Casolani e … Buon Anno Nuovo !!!

 Domenica 10 Gennaio 2021 – SBRUFFATA DI NEVE
Una modesta nevicata ha interessato nella notte e nella prima parte del giorno la nostra vallata. Nevicata, come abbiamo detto modesta, sufficiente tuttavia ad imbiancare anche le strade ed i tetti del paese e in misura maggiore le colline .

Sabato 13 Febbraio 2021 – PRIMA NEVICCHIATA SERIA DI QUESTO INVERNO
Questa notte ha nevicato un po’ più seriamente del 10 Gennaio scorso. Niente di speciale ma una imbiancata ampia e più decisa. 5 o 6 cm in paese , 20 cm a quota 400 m . Una imbiancata molto vasta che, osservata dalla cima di Monte Battaglia, la si vede magnificamente estesa su tutti i monti e le vallate a 360 gradi. Una visuale fantastica.
A proposito di monte Battaglia oggi la località è stata la mete di numerosi escursionisti. Mai vista tanta gente, adulti e bambini lungo la strada che porta dalla Casetta del Corso alla Rocca. Auto, fuori strada, motori, biciclette e tanta gente a piedi. Molti bambini con piccole slitte per bobbare lungo i sentierini o i prati. Parcheggi e spiazzi a lato della strada pieni di auto in sosta .
Gente contenta di poter mettere il naso fuori casa in un contesto reso ancor più suggestivo del solito grazie alla bella nevicata. Beh! C’è da dire che in giornate come oggi a noi Casolani Cortina ci fa proprio un “baffo”.

Venerdì 19 Febbraio 2021 TERMINATA LA PRIMA PARTE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE DEL PARCO FIUME
Nei giorni scorsi la Cooperativa Montana ha terminato il primo lotto di lavori di manutenzione del parco del nostro fiume dallla chiusa del Muraglione fino al terrazzo cementato dove termina la scalinata di discesa che, parte in ferro e parte scavata in terra con sostegni di legno scende dalla piazza della Chiesa. L’intervento ha interessato la staccionata corrimano di protezione, che è stata completamente rifatta con tronchetti di legno più robusti e di maggior diametro di quelli precedenti , e il piano di calpestio del sentiero che ora è completamente ghiaiato . Sono stati poi rimodellati e rinforzati i gradini scavati nel terreno nei punti di maggior pendenza, sostenuti da robuste assi di contenimento. E’ chiaro che ghiaia, staccionate ed assiti sono soggetti col tempo a deteriorarsi, ma adesso, per un certo numero di anni , il sentiero dovrebbe mantenersi in buone condizioni. Verrà poi intrapreseo un secondo lotto di lavori che interesserà il tratto fluviale che, partendo dal guado sottostante il vecchio mulino Tozzi, porta alla Sdazzina.

Sabato 20 Febbraio 2021 – QUALI ALTRI LAVORI PUBBLICI VERRANNO POSTI IN CANTIERE?
Dopo i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza del palazzo della Biblioteca già completati , va ricordato l’intervento di restauro del Cardello , i cui lavori sono ormai ultimati ed a cui seguirà un breve intervento di manutenzione dell’area verde del parco che lo circonda. Fra i lavori già fatti si deve citare anche la nuova area di sosta per camper ricavata nel parcheggio antistante la piscina. A proposito della Piscina a breve partiranno anche i lavori di adeguamento dell’impianto che permetteranno una capienza più che raddoppiata rispetto a quella attuale.
Infine c’è sempre in essere l’iter delle pratiche necessarie a far partire in concreto i lavori di realizzazione del nuovo Campo Sportivo. Dopo l’invio delle lettere di esproprio dei terreni ai rispettivi proprietari , nei prossimi mesi il Comune dovrebbe entrare in possesso dell’area sulla quale sorgerà il Campo Sportivo. A quel punto partirà la gara di appalto dei lavori a cui hanno già manifestato il loro interesse una quarantina di ditte. Purtroppo i tempi burocratici sono , come al solito, lunghi e si spera non sorgano complicazioni.

Cronaca a cura di Alessandro Righini

Il sindaco Giorgio Sagrini, visto l'ottimo risultato ottenuto dal punto di vaccinazione "Valerio Pedoni" allestito nella sala parrocchiale "Don Elviro Giidani", con l'impegno volontario di professionisti della sanità e di appartenenti alla associazioni di volontariato, ha deciso di richiedere all' AUSL di poter utilizzare il sito anche per i cittadini non ultraottantenni. Pubblichiamo di seguito la lettera del Sindaco.

 


Alla c.a. di RAFFAELLA ANGELINI – Direttrice della Sanità pubblica Ausl Romagna

MAURO MARABINI – Direttore Dipartimento Cure Primarie ambito di Ravenna – Ausl Romagna

DONATINA CILLA - Direttore del Distretto di Faenza – Ausl Romagna

Nel ringraziarvi per la positiva collaborazione, e visto il buon funzionamento del punto vaccinale allestito a Casola Valsenio, che ha permesso la vaccinazione di tutta la popolazione ultraottantenne nella giornata di domenica 14 marzo, anche per rispondere alla sollecitazione della popolazione, con la presente - con la volontà di evitare disagi e difficoltà nell’accesso alla vaccinazione della popolazione del nostro Comune e verificata la disponibilità di medici e infermieri a dare continuità a questa esperienza – siamo a chiedere di mantenere in attività il punto di vaccinazione anche per le successive fasi del piano vaccinale, con riferimento alle diverse fasce d’età per le quali verrà programmata la vaccinazione. E questo già a partire dalla fascia d’età 75-79 anni, per la quale in questi giorni è iniziata la raccolta delle prenotazioni, per la quale si chiede di indicare la data o le date in cui si possa programmare la vaccinazione in loco, in modo da poter organizzare le prenotazioni. Avendo conoscenza delle successive fasi di vaccinazione, potremo quantificare per ciascuna fascia d’età indicata, il numero delle persone da vaccinare e conseguentemente programmare le date. Nella giornata di domenica 14 marzo sono state vaccinate 200 persone… Ciò lascia intendere che in non più di 10 giornate, collocate preferibilmente il sabato e la domenica, si potrà vaccinare l’intera popolazione.

Nell’auspicata eventualità che quanto richiesto possa essere accolto, e considerando che ciò va nella direzione annunciata dal Commissario straordinario all’emergenza Covid, gen. Figliuolo, restiamo a disposizione per condividere tutti gli aspetti organizzativi.

Confidando nel favorevole accoglimento della richiesta, si rimane in attesa di riscontro.

Distinti saluti.

Il Sindaco

del Comune di Casola Valsenio

Giorgio Sagrini

VACCINAZIONE ANTICOVID – UN PICCOLO MIRACOLO DELLA SOLIDARIETA’ CIVILE

E DELL’ IMPETO GENEROSO DEL VOLONTARIATO CASOLANO


Domenica 14 Marzo a Casola si è concretizzato ed ha preso corpo un piccolo miracolo generato dallo spirito e dalla sensibilità civica della nostra comunità e portato a compimento dalla intraprendenza delle nostre istituzioni sia civili che religiose, dalla generosità delle nostre associazioni di volontariato e dai professionisti della sanità presenti nel nostro paese.
Stiamo parlando del punto vaccinale “Valerio Pedoni” allestito nella sala parrocchiale “ Don Elviro Guidani” appositamente per distribuire il vaccino anticovid alla popolazione più anziana del paese ed evitare i disagi di trasferimento ai centri della pianura per questa fascia di nostri compaesani.
L’iniziativa è partita concordemente dal sindaco Giorgio Sagrini e dalla dott.sa Elena La Porta che hanno contattato la dott.sa Raffaella Angelini , responsabile dell Igiene Pubblica AUSL Ravenna per verificare se era possibile la realizzazione di un punto vaccinale a Casola.
Ottenuto l’assenso, sono state attivate e coinvolte istituzioni, professionisti della Sanità, associazioni di volontariato per verificarne la disponibilità e di conseguenza l’attuabilità del progetto.
La risposta è stata tempestiva e generosa. La Parrocchia ha messo a disposizione la sala Don Elviro Guidani ; i medici di base dott.se Elena La Porta e Anna Morelli, hanno assicurato la loro collaborazione professionale; le associazioni dei Vigili del Fuoco, della Misericordia, degli Alpini e del Centro Le Colonne, di Cittadinanza attiva , Am infermieri ed infermiere , farmacisti e farmaciste e personale medico residenti a Casola, anche se professionalmente impegnati altrove, si sono messi tutti gratuitamente a disposizione per assicurare L’assistenza e la realizzazione degli allestimenti necessari ed indispensabili per il punto vaccinale, sotto la supervisione e direzione dell’Amministrazione Comunale e dell’AUSL.
Insomma c’è stata una risposta corale (e ci scusiamo per quanti eventualmente non avessimo citato espressamente in questo articoletto redatto di corsa) alla proposta dell’Amministrazione Comunale e ne è sortito quello che abbiamo propriamente definito “un piccolo miracolo casolano”.
Domenica 14 Marzo abbiamo potuto visitare e sperimentare direttamente il punto vaccinale “Valerio Pedoni” nella sala parrocchiale Don Elviro Guidani . Il locale perfettamente allestito e sanificato, suddiviso nei vari settori: accoglienza, accettazione, coloquio con i medidi (le dottoresse) , punti di somministrazione del vaccino, riposo ed attesa post vaccinale. Tutto il personale : dottoresse, infermieri ed infermiere, farmacisti e farmaciste, volontari dei Viglili del Fuoco, della Misericordia e delle altre associazioni in azione, tutti “carchi a balestra” , tutti motivati, accoglienti, gentili, premurosi, attenti e professionali. Ripetiamo: un vero piccolo miracolo.
Entro primo pomeriggio è stato completata la somministrazione della prima dose vaccinale a quasi duecento persone , e dunque all’intero lotto di utenti iscritti e prenotati a questo primo steep.
Il punto vaccinale Valerio Pedoni sarà attivato anche per la somministrazione della seconda dose vaccinale agli utenti che hanno ricevuto la prima dose ma, visto il successo ed il risultato ottenuto, il sindaco e l’Amministrazione Comunale, con l’appoggio delle varie associazioni, hanno già inoltrato la richiesta all’AUSL per utilizzare il punto vaccinale anche per vaccinare tutto il resto della popolazione e non solo gli ultraottantenni .
Non sappiamo ancora se la richiesta sarà accettata ma lo speriamo vivamente.
Desideriamo anche citare la ditta Vetriceramici per aver sponsorizzato i costi di sanificazione e disinfezione della sala Don Elviro Guidani e la signora Norma Pozzi e famiglia per aver fornito gratuitamente i pasti per tutti gli operatori impegnati domenica nel centro vaccinale.
Alessandro Righini
(n.b. l’articolo è stato redatto di corsa per esigenze redazionali pertanto ci scusiamo fin d’ora per eventuali piccole imprecisioni nelle citazioni dei collaboratori).

8 Marzo 2021

Questa mattina il paese si è svegliato attonito: Pedo se l’è portato via il Covid. Il giornale è già in stampa ma un ritaglio di pagina per ricordarlo dobbiamo trovarlo. Valerio è stata una persona importante per la nostra comunità dove ha vissuto dedicando tempo e passione a tante cose dalla sua famiglia, ai suoi cani da tartufo, alla Pro Loco, agli amici…..e l’elenco sarebbe troppo lungo. Non era solo un uomo di relazioni e di affetti ma anche un personaggio. Aveva una conoscenza precisa di ogni angolo della nostra valle. Conosceva i nomi di tutte le case della nostra campagna e spesso ad ogni luogo gli associava un aneddoto per far sorridere chi gli stava vicino. A noi che abbiamo avuto la fortuna di camminargli accanto ci incantava con quei racconti dove traspariva l’amore per la sua terra, l’ironia intelligente e spesso anche le riflessioni di chi ha vissuto a cavallo dei mutamenti che hanno radicalmente mutato la fisionomia delle nostre campagne e ne conserva la memoria. Il Pedo era un autodidatta ma aveva maturato una cultura materiale molto ricca che non teneva per sé ma che gli piaceva condividere. Conosceva tutte le proprietà, gli usi attuali e di un tempo del legno di ogni albero e di ogni arbusto, era un allevatore e addestratore di cani da tartufo stimato e conosciuto anche fuori del paese, era un abile fungaiolo e sapeva cucinare con passione e competenza. Tutti ricordano alle feste della Pro Loco la sua polenta che curava personalmente in ogni passaggio. Alle ultime feste dei frutti dimenticati era comparsa anche una favolosa ribollita che cucinava insieme a Romana.

Ciao Pedo!
La redazione de Lo Spekkietto e il gruppo Scarpantibus che ha condiviso le ultime camminate,
si stringe in un forte abbraccio alla tua famiglia.

Quella di questo numero sarà una cronaca un po’ strana, anzi potremmo dire che sarà soprattutto una mancanza di cronaca, visto il periodo difficile di contenimento e relegazione generale che stiamo vivendo a causa del pestifero virus Corona, maledetto ed invisibile microrganismo che, a partire dalla Cina, forse trasmesso da un pipistrello o da un altro animaletto selvatico, si è diffuso in tutto il mondo

Tutti gli eventi, a partire dai primi giorni di Marzo, sono stati annullati e le uniche notizie che circolano sono sostanzialmente i resoconti allarmati che narrano delle decine di migliaia di persone contagiate e delle migliaia decedute nel mondo e in Italia per effetto del malefico virus.

La gente è invitata a restare in casa. Chiuse le scuole di ogni ordine e grado si cerca di continuare le attività scolastiche e didattiche tramite le reti social. Moltissime attività produttive, commerciali, ricreative e turistiche sono state bloccate o ridotte al minimo indispensabile per la sopravvivenza. Gli ospedali sono colmi di persone ricoverate nei vari reparti, riadibiti soprattutto in ambienti per curare gli affetti da Coronavirus, a scapito delle altre patologie le cui cure e controlli spesso vengono rimandate a data da destinarsi. Molto colpite sono le strutture adibite al ricovero ed all’assistenza degli anziani (la popolazione più soggetta ad essere colpita).

Fanno impressione i cortei di camion militari ricolmi di bare che in alcune regioni del nord Italia ed anche del sud portano nei cimiteri, o nei forni crematori, centinaia di defunti che spesso non hanno potuto ricevere le visite dei famigliari nei giorni del ricovero e nemmeno l’ultimo saluto prima del loro ultimo “viaggio”.

Deceduti “sul campo” anche molti medici, infermieri, personale di assistenza sanitaria, sacerdoti, veri e propri eroi di questa guerra che operano, spesso con iniziativa volontaria, consapevoli dei grandi rischi a cui sono sottoposti.  

Di questa pandemia si parlerà nel futuro per decenni ed il ricordo dei lutti e dei danni provocati e dei cambiamenti globali, politici e sociali che ne deriveranno, rimarranno nella memoria storica del nostro tempo per qualche secolo a venire.

Al momento è difficile prevedere quali saranno i decorsi ed i tempi di risoluzione di questa pandemia e quando potranno essere disponibili dei vaccini efficaci per vincerla.

Per ora coloro che non ne sono ancora stati colpiti si difendono come possono, restando in casa, utilizzando mascherine e guanti quando escono, lavandosi spesso le mani, cambiandosi spesso gli abiti, restando a distanza di un metro o due dagli interlocutori, entrando uno o due alla volta nei negozi o negli uffici.

A Casola Valsenio fino al momento in cui scriviamo , grazie a Dio, siamo stati abbastanza risparmiati, essendo solo due le persone contagiate e che , a quanto si sa, hanno contratto il virus fuori dal nostro comune.

Detto ciò passiamo al sintetico racconto di quanto che si può ancora dire di questi ultimi tre mesi.

 
Dopo una serie di riunioni in teleconferenza e l'impegno attivissimo di abili penne interne ed esterne alla redazione, abbiamo dato alle stampe l'ennesimo numero del nostro giornale. Un numero speciale che parla di una CASOLA in grado di affrontare l'attualità con un approccio sempre vivace e creativo.
 
Lo Spekkietto è la nostra opera di volontariato, che racconta la storia della comunità casolana dal 1967.
Il giornale, l'ultimo dell'abbonamento in essere, ti aspetta da CIATA o in edicola.
 
In questo numero troverete anche articoli non ancora usciti su internet:
Celebrato il casolano STAGNAZZA a San Miniato
Intervista a Gianni Farina
Intervista a MArta Cantagalli
La Gita a Marradi (di Claudio Menni)
Le foto a COLORI di molti degli arcobaleni inviati dai bambini casolani
L'interno a Colori con il fumetto di Tommaso Lodi
e molto altro ancora...
 
 
 
 
Domenica 17.11.2019 L'evento è stato organizzato dalla Pro Loco di Casola Valsenio in collaborazione con il comune, rappresentato dall'assessore Marco Unibosi, Sara Acerbi e me, Dorothee Bulling. Ma i veri eroi di questo pranzo sono stati gli stranieri residenti a Casola, che hanno contribuito con i loro gustosi piatti. Senza di loro non sarebbe stato possibile, perchè ogni nazione ha dei piatti tipici – con le loro spezie ecc. A casa, seguendo una ricetta da internet, non viene buono come quando la mangi da uno della nazione. Tutto è cominciato a luglio con un incontro a Faenza con gli altri comuni dell'Unione Romagna Faentina, quando abbiamo saputo che ancora l'amministrazione precedente ha partecipato insieme all'Unione ad un bando di nome Parole e fatti. Una piccola descrizione del bando: Parole e fatti è la seconda edizione del Festival itinerante del dialogo interculturale e interreligioso promosso e sostenuto dall’Unione della Romagna Faentina e dalla Regione Emilia-Romagna, con l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza in attività che favoriscano la coesione sociale e la conoscenza tra concittadini che sempre di più provengono da culture e religioni diverse. L’anno scorso alcuni comuni dell’Unione hanno avviato la prima edizione del Festival, ottenendo risultati incoraggianti in termini di coinvolgimento e costruzione di legami tra comunità e territori; per questo nella sua seconda edizione, il Festival coinvolge tutti i comuni dell’Unione, lavorando in continuità con l’anno scorso ampliando le azioni sul territorio e costruendo la programmazione del festival in modo partecipativo, coinvolgendo associazioni, comunità straniere e tutta la cittadinanza.
 

Nel lontano 1997 la raccolta firme per il segnale cellulare a Casola, poi le numerose richieste per la Banda Larga ADSL tra il 2004 e il 2006, infine l’obiettivo di ridurre il digital divide sulle frazioni del comune degli ultimi anni… questioni che ciclicamente a gran voce la comunità casolana solleva per allinearsi alle crescenti esigenze guidate dai cambiamenti del mondo moderno.

Oggi il canale internet sta inglobando al suo interno tutti i servizi come la telefonia, la TV, la messaggistica e adesso, vista la situazione del momento, in maniera piuttosto marcata anche le piattaforme di videoconferenza che ospitano lo smart working (a molti per fortuna piace ancora chiamarlo telelavoro) e l’educazione a distanza. “Dietro di TE! Spara! No, mi hanno killato!!” le urla dei ragazzi in salotto (nonostante le cuffie) frutto della possibilità di giocare in gruppo su mondi virtuali, ognuno dal proprio divano; il cinema a portata di mano con le piattaforme Netflix, Prime, Rakuten, Chili etc…; la domotica e la videosorveglianza sono tutte applicazioni voraci di connettività stabili e performanti. Pensiamo ad esempio alla rivoluzione concettuale che sta introducendo Stadia di Google, un progetto di gioco in grado di garantire prestazioni al pari di PlayStation o Xbox ma senza l’utilizzo di una consolle, perché il processo è sui mainframe ed è tutto trasportato dalla rete.

La nostra tanto voluta ADSL inizia a stare stretta ancorché l’infrastruttura attuale non ci abbia mai permesso di viaggiare alle velocità promesse dagli operatori, che puntualmente danno la colpa al famoso ultimo miglio, con un decadimento delle prestazioni dovute a centrali e cablaggi piuttosto datati. La classica ADSL 20Mbps non ha mai superato i 7: personalmente ho provato tutti gli operatori, senza che cambiasse il risultato. Poi è arrivata la linea internet senza fili, ottima fino a quando non si sono abbonati abbastanza Casolani da renderla insopportabilmente soggetta al numero di connessioni simultanee, perdendo quindi l’affidabilità e lo splendore dei primi tempi.

La sfida di oggi, dopo anni in cui questo divario tecnologico non era poi più tanto percepito all’interno del centro abitato, sta nel compiere il salto quantico in termini di banda ancora più larga, ovvero nel raggiungere le nuove velocità di connessione alle quali ci può portare l’utilizzo della connessione in fibra ottica. E’ perciò inevitabile che la prossima esigenza cui andremo incontro sarà quella di una banda più performante. Siamo quindi a un nuovo capitolo: la Fibra Ottica a Casola Valsenio.

Il 25 Marzo si è spento PierFranco Santandrea, un Casolano che, anche se da tanti anni abitava a Imola, era sempre rimasto legatissimo al suo paese di origine, in cui ha svolto anche una attiva funzione politica come Consigliere comunale . PierFranco era legatissimo alla associazione Unitalsi e alla Pia Unione della Beata Vergine di Loreto per cui organizzava , con particolare attenzione ai disabili, pellegrinaggi ai vari santuari italiani, europei e della Terra Santa. Il settimanale cattolico della diocesi di Imola, Nuovo Diario Messaggero, nel numero di Giovedì 2 Aprile, ha voluto ricordare la figura di PierFranco dedicandogli due pagine , ospitando, fra gli altri, un breve e commosso contributo scritto di Franco Tronconi - sindaco di Casola negli anni ’90 - che ebbe Santandrea come capogruppo e collaboratore in Consiglio Comunale .

Franco Tronconi , che si trova attualmente (nel momento in cui scriviamo) ospite a casa di sua figlia a New York, interpellato dal Nuovo Diario Messaggero, ha inviato dalla città americana al giornale imolese la sua breve ma intensa memoria di PierFranco . Gli abbiamo chiesto di poter pubblicare anche su Lo Spekkietto il piccolo pezzo - che di seguito riportiamo - e con il quale desideriamo unirci per porgere ai famigliari dell’amico scomparso la nostra vicinanza e le nostre sentite condoglianze.

“Caro Pierfranco, ho saputo …

Da lontano, mi è arrivata la notizia con una telefonata della redazione del Nuovo Diario. Notizia dolorosa, tristissima. Mi è stato chiesto un ricordo su di te. Ne ho veramente tanti, tutti belli. Devo fare una selezione. Ci conoscevamo di vista, venendo da due parti diverse e lontane del territorio casolano, tu dalla parrocchia di Santandrea, io da quella di Valsenio.
Entrambi eravamo andati via da Casola prestissimo. Poi ho avuto la fortuna di trovarti, fianco a fianco, insieme ad altri, nell’ Amministrazione del Comune, giusto trent’anni fa. Cominciò allora una collaborazione preziosa, puntuale, durata cinque anni, molto impegnativi ma bellissimi.
Sei stato maestro nell’affermazione dei principi fondamentali nei quali credevi, nell’interpretazione dell’impegno politico, nel modo di affrontare le problematiche civili e sociali cui trovare soluzioni.
Tutto questo sempre accompagnato da una forte disponibilità al dialogo ed al confronto, alla ricerca di soluzioni condivise.